Ischia terremoto di 4°grado ” La natura sbadiglia e l’uomo muore “

Emergenza, crolli, macerie, macchina dei Soccorsi, Protezione Civile, sciame, Eroi che scavano nella notte… Ci risiamo!

Gli applausi quando estraggono persone vive, l’arrivo dei rinforzi, i soccorritori, gli sms per l’emergenza…

Il bel paese si stringe e si emoziona davanti all’ennesima scena di terremoto.

Visto e rivisto.

Gli inviati dei TG, i sismologi invitati nei talk show. L’esperto di turno che racconta la solita canzoncina sulla magnitudo, sull’epicentro, moto sussultorio, ondulatorio, origine vulcanica e ancora, ancora, ancora…


Due bambini sono sotto un mucchio di cemento armato che era poggiato probabilmente sopra una “struttura mista”.

Vale a dire? Una piastra pesantissima appoggiata su 4 “stuzzicadenti”.

La natura comincia ad impegnarsi con una certa puntualità tanto che ora Agosto è il mese dei morti di terremoto.

Poi parte la macchina delle edizioni straordinarie, infiniti talk show, interviste interminabili ai sopravvisuti che (poveretti) non possono che sbiascicare:

“- La paura è stata tanta- “.

E ora che succede? Niente.

Pian piano gli speciali e i servizi dei TG scendono di intensità e si ricomincia con i servizi sulla lentezza delle ricostruzioni, con le promesse della politica sulla “messa in sicurezza degli edifici“.

Noi di Immobilgreen.it ripetiamo la stessa cosa detta per Amatrice e possiamo, in tutta serenità, condividere nuovamente lo stesso post.

Per farla breve:”nessuno farà nulla per Te e ti ricordiamo che vivi in un paese sismico e vulnerabile.”

Ma oggi vogliamo spingerci oltre arrivando a dire:

“BASTA CON LE RICOSTRUZIONI DI STATO!”

Gli Italiani sono un popolo che deve essere responsabilizzato. Se si ha la sensazione che lo Stato ricostruisce, l’italiano preferisce sopportare il rischio dicendo “spero che non mi tocchi ” , se dovesse toccarmi “spero di non morire” e se la casa crolla “me la ricostruiscono“.

Quindi perché dovrei investire soldi per riqualificare e rimodernare la mia struttura?

Ecco perché la ricostruzione va cancellata come concetto. Solo così potremo ottenere un passo in qualche direzione. Questo è quanto.

Un abbraccio alle famiglie.

Leave a Reply